Tapis roulant per dimagrire: frequenza cardiaca, velocità, minuti e pendenza ideale

90
tapis roulant per dimagrire

Acquistare il tapis roulant per dimagrire? Sicuramente è un ottimo aiuto, ma non da considerare in via esclusiva. Più che di un metodo, si tratta di uno strumento da vedere all’interno di un programma di fitness.

Dieta sana, adeguato apporto idrico, buona igiene del sonno ed eventuale assunzione di integratori concorrono, insieme a regolari allenamenti per la resistenza e la tonificazione, a centrare l’obiettivo “chili in meno”.

Nel caso specifico del tapis roulant, i risultati sono più che apprezzabili, soprattutto a livello degli arti inferiori. La muscolatura di gambe, glutei e cosce risulta molto più rassodata, con benefici anche per la pancia.

Tuttavia, gli esercizi vanno svolti secondo precisi criteri. Questi ultimi dipendono, in parte, anche dalla regolazione del macchinario in pendenza, dal battito cardiaco, dalla velocità raggiunta e dai minuti delle singole sessioni.

Solo entro certe condizioni, si potranno ottenere risultati degni di un vero e proprio allenamento brucia grassi. Scopriamo insieme, a questo punto, come usare il treadmill ogni giorno per tornare in forma e perdere i kg di troppo.

Per perdere peso meglio la corsa, la camminata o la camminata veloce?

Per comprendere se sia più efficace la camminata o la corsa sul tapis roulant, si può fare un calcolo orientativo delle calorie bruciate. La formula che vi riportiamo fa riferimento alle attività svolte sul terreno o su pista, pertanto il risultato va decrementato di qualche punto percentuale.

Per la corsa, basta moltiplicare il proprio peso per i km percorsi, mentre per la camminata bisogna dividere il risultato per 2. A prima vista, quindi, sembra che correre faccia bruciare più calorie. Tuttavia occorre considerare altri fattori.

Le persone che non praticano attività fisica devono iniziare con la camminata. Tutto ciò eviterà dolori post-allenamento dovuti ad accumuli di acido lattico, deleteri soprattutto nelle donne di conformazione ginoide.

Per passare dalla camminata alla corsa occorre, in media, qualche settimana. Sia per gli esercizi che per la dieta associata all’uso del tapis roulant è bene rivolgersi ad esperti, per fare il punto della situazione.

Come usare il tapis roulant per dimagrire

frequenza cardiaca per dimagrire sul tapis roulant

Vediamo, adesso, come regolare alcuni parametri per usarlo al meglio, perdere peso nel più breve tempo possibile e garantire risultati duraturi.

Qual è la frequenza cardiaca ideale?

Si può fare un calcolo molto semplice: sottrarre la propria età a 220 e ricavare l’80% del valore restituito. Per esempio, una persona che ha 40 anni otterrà 180 e, da questo risultato, ricaverà 144 battiti al minuto. Rimanere intorno a questo limite permetterà di dimagrire con il tapis roulant e di bruciare i grassi in eccesso.

Velocità per dimagrire con il tapis roulant

Questa dipende dall’attività scelta per perdere peso. Nel caso della camminata a passo spedito, la velocità rientrerà nell’intervallo 4-6.5 km/h, mentre nella corsa andiamo anche oltre i 7 Km/h.

Quanti minuti di tapis roulant per dimagrire?

Il segreto è la costanza: 30 minuti quotidiani sono molto più efficaci di sessioni di 1 ora per tre volte a settimana. Per iniziare bastano 20 minuti al giorno (in piano) e, in seguito, incrementare di una decina di minuti.

Pendenza ideale per perdere peso con il tapis roulant

Nelle fasi iniziali, l’inclinazione della pedana sarà pari a 0, soprattutto per i principianti. Una volta avviata la propria routine, la pendenza in salita oscillerà tra l’1% e il 5%, a seconda degli obiettivi desiderati.

La regolazione dell’angolo cambierà anche in base alla tipologia di training. Il range 1-5% può variare all’interno di una sessione, per esercizi con modifiche della pendenza o scatti, in ogni caso, è bene non esagerare.

Programma di allenamento per dimagrire con il tapis roulant

Uno dei modi più efficaci per perdere peso con il tappeto rullante è variare velocità e pendenze durante la sessione di allenamento. Iniziando con 5 minuti di camminata in piano, si prosegue alternando 3 minuti di corsa a 2 minuti di walking a passo spedito.

Dopodiché continuare per una decina di minuti, intervallando scatti da 10 secondi l’uno con 50 secondi di corsa blanda. Finire con una camminata a passo moderato per 5 minuti. Un’alternativa è presente anche in questo video:

Considerazioni finali

In definitiva, abbiamo visto che il tapis roulant è un mezzo efficace per dimagrire, ma in combinazione con altri strumenti. Ha il pregio, comunque, di tonificare la muscolatura degli arti inferiori. Per conoscere le migliori offerte sul mercato, date un’occhiata alla nostra categoria dedicata ai migliori tapis roulant.

Domande frequenti (F.A.Q.)

Meglio l’ellittica o il tapis roulant per dimagrire?

Da un punto di vista della qualità, le prestazioni dell’ellittica sono superiori. Tuttavia, il prezzo elevato non ne fa una scelta di elezione per chi desidera perdere peso. Pertanto è preferibile il tapis roulant.

Meglio la cyclette o il tapis roulant per dimagrire?

Anche se il dispendio energetico è simile per entrambi i macchinari, la cyclette è perfetta per chi ha un alto peso corporeo. La portata massima sostenibile dal tapis roulant, infatti, oscilla tra i 100 e i 150 kg. Inoltre, il tappeto rullante è sconsigliato a chi ha problemi alle articolazioni degli arti inferiori. Le persone che hanno difficoltà a caviglie e ginocchia devono usare la cyclette, con sellino adeguatamente regolato e a pedalata non troppo ampia.

Meglio lo stepper o il tapis roulant per dimagrire?

Entrambi consentono di perdere peso in modo efficace. Tuttavia, il tapis roulant è la scelta migliore per chi ha una corporatura più massiccia a livello degli arti inferiori (ginoide), in quanto regolabile su pendenze non troppo elevate.