A cosa serve l’idropulsore dentale?

373
A cosa serve l idropulsore dentale

I dentisti e i tecnici di tutto il mondo suggeriscono, talvolta, di adoperare strumenti che aiutino a rimuovere in maniera più efficiente residui di cibo dai denti. Per rispondere a questa specifica esigenza di mercato, le aziende hanno progettato gli idropulsori dentali.

Tuttavia, non sempre è ben chiaro quale sia il funzionamento e soprattutto l’obiettivo che si intende raggiungere utilizzando l’idropulsore dentale. In altre parole, a che serve l’idropulsore dentale?

Se vi state chiedendo a cosa serve l’idropulsore dentale, in questo articolo troverete tutte le informazioni di cui necessitate.

Cos’è un idropulsore dentale

Un idropulsore dentale è uno strumento che nell’aspetto ricorda lo spazzolino elettrico. Ha un corpo solido che contiene le batterie o la batteria unica ricaricabile, mentre la parte terminale – di spessore limitato – somiglia alla testina e, come quest’ultima, è intercambiabile.

Nonostante le similarità, per capire a che serve l’idropulsore dentale è necessario soffermare l’attenzione sulle differenze. L’idropulsore dentale, infatti, presenta alla sua estremità un ugello, dal quale fuoriesce acqua o collutorio pressurizzato e pulsato, il quale impatta sui denti.

L’idropulsore dentale, dunque, va indirizzato sui denti e, nello specifico, sulle giunzioni che uniscono denti e gengive.

Approfondisci qui: Come funziona l’idropulsore dentale?

Annuncio sponsorizzato:

A cosa serve l’idropulsore dentale

Dopo aver compreso come funziona un idropulsore dentale, è necessario chiarire quali sono i suoi effetti sui denti e, di conseguenza, quali i suoi obiettivi.

Lo scopo dell’acqua o del collutorio pressurizzato che impatta sui denti è quello di penetrare a fondo nelle giunzioni tra i denti, nonché tra denti e gengive. Grazie alla pressione, l’idropulsore favorisce l’allontanamento di residui e frammenti di cibo dalle aree in cui le setole dello spazzolino non arrivano, garantendo pulizia ed elevata igiene orale.

In questo modo, oltre a prevenire placca batterica, si limita il fenomeno dell’alito cattivo, nonché la comparsa della carie.

Leggi anche: L’idropulsore dentale toglie il tartaro?

Le funzioni accessorie dell’idropulsore dentale

È chiaro, quindi, a cosa serve l’idropulsore dentale, anche se è utile sapere che vi sono altri vantaggi che è possibile trarre da questo strumento. Alcuni modelli, infatti, permettono di realizzare miscele di acqua e aria, in modo da abbinare il potere pulente dell’idropulsore dentale a un piacevole effetto massaggiante, esercitato sulle gengive e sul palato, il che può essere molto utile per le persone che presentano sensibilità gengivale.

Annuncio sponsorizzato:

Conclusioni

Capire a cosa serve l’idropulsore dentale è possibile se si comprende innanzitutto cos’è. Grazie a queste informazioni, è possibile ottenere il massimo vantaggio da questo strumento.

Potrebbe interessarti:

Annuncio sponsorizzato:

Ricevi novità, sconti ed offerte in anteprima!

Salute Moderna è un sito web che si occupa di recensire e dare opinioni su prodotti per la salute, la bellezza ed il benessere di corpo e mente. Nel nostro sito potete trovare moltissime guide all'acquisto ed articoli informativi su integratori, superfood, cosmetici, medicali, articoli sportivi e baby care.